Il settore digitale rappresenta un ambito trasversale che vede nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione un ruolo centrale di sviluppo delle catene del valore delle imprese (siano esse piccole o grandi): big data, internet of things, cloud, industria 4.0, intelligenza artificiale e cybersecurity.

Il sistema Emilia-Romagna è fortemente concentrato sulla dimensione produttiva ed è estremamente dinamico dal punto di vista della ricerca di soluzioni innovative e competitive. Inoltre, la Regione sta investendo in attività connesse alla community regionale Big Data con particolare riferimento alla filiera: dalla disponibilità di capacità di calcolo, di dati, di algoritmi, al loro trattamento e applicazioni. La strategia regionale in tema Big Data e Intelligenza Artificiale ha previsto, inoltre, il progetto di prossima realizzazione di una nuova infrastruttura di ricerca e innovazione, il Big Data Technopole, un centro destinato a diventare il cuore di alcuni dei maggiori sistemi di supercalcolo europei e rappresentare un modello per impiegare risorse pubbliche e stimolare partnership con i privati.

All’interno del Tecnopolo sarà ospitato il Data Center del Centro europeo per le previsioni metereologiche di medio termine (Ecmwf), e il supercomputer Leonardo, facendo della regione tra le prime potenze mondiali per capacità di calcolo, dove già oggi si concentra il 70% della capacità di calcolo e di storage nazionale, con migliaia di ricercatori coinvolti, passando dalla 19^ alla 5^ posizione nella classifica mondiale, diventando di fatto una Data Valley europea.

In Emilia-Romagna le opportunità di studio, lavoro e impresa nell’ambito dell’Innovazione dei Servizi e Big Data sono fortemente interrelazionati grazie alla presenza di reti di diversi soggetti (Rete Alta Tecnologia, Tecnopoli, Clust-ER, Startup) coordinati da ART-ER, nel suo ruolo di "acceleratore dell'innovazione" in regione.

L’ecosistema regionale della ricerca e dell’innovazione può essere suddivisa in presidi tematici, per ciascuno dei quali è possibile identificare i laboratori della Rete Alta Tecnologia, che sono organizzazioni in grado di valorizzare i risultati della ricerca a fini economici e sociali, e i Clust-ER, associazioni private di imprese, centri di ricerca, enti di formazione che condividono competenze, idee e risorse per sostenere la competitività del settore che presidiano. 

Per maggiori informazioni sull’ambito di specializzazione “innovazione dei servizi” e sul tema “Big Data” e le loro opportunità: