Situata a circa 80 Km da Bologna e a 50 Km da Rimini, Ravenna è una città di origini antiche e con un passato glorioso, nonché la più grande della Romagna.

Il suo territorio comunale è il primo in Italia per estensione e comprende nove località balneari della riviera romagnola, molto frequentate da residenti e turisti nel periodo estivo. Il centro della città si trova a soli 8 km dal mare Adriatico, al quale è collegato per mezzo del canale Candiano ed ospita il Porto di Ravenna. Per la sua collocazione e per i suoi monumenti è meta turistica molto apprezzata tutto l’anno. Il territorio cittadino presenta una notevole varietà di paesaggi: ampie campagne coltivate con alberi da frutto, valli e canali fiancheggiati da caratteristiche reti da pesca e pinete secolari che si affacciano su spiagge sabbiose e attrezzate.

    Ravenna - Interno della Basilica di San Vitale

    Ravenna - Interno della Basilica di San Vitale

    Qui ha sede il campus distaccato dell’Università degli studi di Bologna con percorsi nei seguenti ambiti: Beni Culturali, Giurisprudenza, Ingegneria, Infermieristica, Scienze Ambientali. Numerosi sono inoltre i laboratori di ricerca industriale presenti sul territorio focalizzati su: energia e ambiente; tecnologie innovative applicate al restauro, recupero e riqualificazione del patrimonio costruito;  formazione e restauro dei materiali; materiali avanzati e applicazioni per la nautica.

    I principali settori della sua economia appartengono agli ambiti di specializzazione: industrie culturali e creative, agroalimentare, energia e ambiente. Nel territorio di Faenza (a pochi chilometri da Ravenna) sono molto rilevanti anche i comparti meccanico e ceramico. Un ruolo fondamentale nello sviluppo economico della città e del territorio è legato al polo chimico industriale, al porto e all’estrazione di gas naturali offshore. Molte imprese rilevanti a livello mondiale hanno loro sedi operative sul territorio, fra queste ad esempio: ENI, Marcegaglia, Bunge, Unigrà, Caviro, Rosetti Marino, Tampieri, Bucci Automations, Fruttagel.

    Ravenna è collegata ai principali snodi aeroferroviari ed autostradali d'Italia. L’uso della bicicletta come uso privato è molto diffuso.

    E’ sede di uno tra i principali parchi divertimento italiani (Mirabilandia) ma deve la sua celebrità in particolare ai mosaici conservati in particolare in otto monumenti paleocristiani che sono inseriti dal 1996 nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Oltre ad essere stata uno dei maggiori centri politici e culturali dell’Impero Romano la sua storia è profondamente legata anche a grandi personaggi del passato, fra questi in particolare Dante che qui visse per alcuni periodi e morì a Ravenna dove ancora riposano i suoi resti.

    Ravenna - I mosaici

    Ravenna - I mosaici

    Ravenna offre una elevata qualità di vita, siti culturali e di interesse artistico, e servizi pubblici efficienti e di qualità. Pur distinguendosi in maniera particolare per il suo splendido patrimonio culturale e paesaggistico, Ravenna è anche una città ospitale e di antica tradizione culinaria. Tra le specialità più conosciute si annoverano tagliatelle, lasagne, strozzapreti, passatelli e capelletti. Tutti i primi piatti sono realizzati con pasta “fatta in casa”, e per questo sono celebri e molto richiesti. Nei centri costieri (ma anche in città) il risotto alla marinara, i tagliolini allo scoglio, gli spaghetti con le vongole precedono saporite grigliate durante le quali è possibile gustare le molte varietà di molluschi e pesci dell’Adriatico. I piatti di pesce e di carne vengono sempre accompagnati da piadine e dal formaggio morbido locale: lo Squacquerone di Romagna. A tutti questi piatti si abbinano perfettamente i vini locali (Sangiovese, Trebbiano, Pagadèbit).

    Il piccolo e accogliente centro città è spesso animato da manifestazioni, sagre e fiere gastronomiche e si svolgono in città alcune importanti manifestazione culturali di carattere nazionale ed internazionale come il Ravenna Festival.

    A Ravenna si respira un clima inclusivo, aperto e attento alle differenze. La comunità LGBT è solita frequentare alcune spiagge dei Lidi di Ravenna, come ad esempio Lido di Dante. Nella zona Darsena ci sono inoltre diversi locali apertamente gay friendly. La Casa delle Culture invece nasce con lo scopo di affrontare aspetti legati al processo migratorio quali la presenza di alunni stranieri nelle scuole della città, l'educazione interculturale e l'acquisizione di metodologie idonee all'insegnamento dell'italiano nonché quello di offrire un servizio volto all'empowerment dell'associazionismo migrante.

    Per maggiori informazioni:

    • realizzato da

      logo ART-ER

    • con il supporto di

      logo RER