L’Emilia-Romagna viene spesso associata ai termini “Motor Valley” o “Packaging Valley”. Dietro queste due definizioni c’è l’intero sistema della meccanica, della meccatronica e della motoristica, settori che rappresentano l’ossatura portante del tessuto produttivo regionale. in In questo comparto sono numerose le imprese diffuse in tutta la regione, ma con poli strategici per numero di addetti a Modena, Reggio Emilia e Bologna, tanto da caratterizzare fortemente la componente manifatturiera del territorio.

Grazie a questa specificità, la regione si distingue da sempre come eccellenza internazionale: alta competitività, con player di rilevanza mondiale e numerose imprese medie e piccole altamente specializzate. Il territorio vanta imprese leader nelle nicchie di mercato, come per esempio, i settori delle macchine automatiche, delle macchine utensili, del packaging e dell’oleodinamica.

La vocazione regionale in ambito motoristico ha inoltre permesso la nascita di settori affini, che, seppur limitati in estensione territoriale e fatturato, presentano dei picchi di eccellenza in termini di tecnologie e qualità dei prodotti realizzati e cioè la Nautica, l’Aeronautica e lo Spazio, i Materiali Avanzati, ecc.

Inoltre, la meccatronica, intesa come un ‘sistema abilitante’, sta assumendo una connotazione sempre più strategica in relazione alle recenti evoluzioni industriali: qualsiasi impianto manifatturiero oramai include sistemi, macchine, moduli e componenti che integrano meccanica, elettronica, tecnologie ICT e tecnologie dei materiali. 

In Emilia-Romagna le opportunità di studio, lavoro e impresa nell’ambito della Meccatronica e della Motoristica sono fortemente interrelazionati grazie alla presenza di reti di diversi soggetti (Rete Alta Tecnologia, Tecnopoli, Clust-ER, Startup) coordinati da ART-ER, nel suo ruolo di "acceleratore dell'innovazione" in regione.

L’ecosistema regionale della ricerca e dell’innovazione può essere suddivisa in presidi tematici, per ciascuno dei quali è possibile identificare i laboratori della Rete Alta Tecnologia, che sono organizzazioni in grado di valorizzare i risultati della ricerca a fini economici e sociali, e i Clust-ER, associazioni private di imprese, centri di ricerca, enti di formazione che condividono competenze, idee e risorse per sostenere la competitività del settore che presidiano. 

Per maggiori informazioni sull’ambito di specializzazione “meccatronica e motoristica” e le sue opportunità: